BOSCO NERO

Cerratina, Majella.

I danni del fuoco.

15.09.2021

"Da alcuni giorni la Majella brucia tra i territori di Lettomanoppello e Serramonacesca. Si tratta di un'area frequentemente interessata da roghi, tra cui uno dei più disastrosi della storia recente, che avvenne nel 2007.

Ricordo ancora il fumo e la cenere che raggiungevano Pretoro, dove in quegli anni lavoravo.

Andarono in fumo migliaia di ettari di bosco: la pineta della Cerratina e vari ettari di faggeta, essenza arborea che difficilmente brucia dato il suo alto tasso di umidità nel legno e la sua corteccia liscia. In quell'anno invece le temperature raggiunte dalle fiamme furono impressionanti tanto che alcuni segnali stradali sulla strada che collega Lettomanoppello a Passo Lanciano si sciolsero letteralmente.

Dopo quell'incendio rimasero a terra centinaia di tronchi di pino nero, che con gli anni si seccarono diventando un'esca perfetta per futuri incendi, come si vede nella foto che allego.

Ecco che a quasi 15 anni di distanza quel combustibile prende fuoco e si fa fatica a spegnere un incendio su un'area così facilmente "infiammabile".

Oggi come nei giorni scorsi, elicotteri e canadair sono in azione per spegnere le fiamme con costi economici alti e rischio per gli operatori.

Ilaria Turini photo photographer fotografa fotografo wedding street stories reportage still life roma ritatto travels foto fotografia

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
1/1